I CFD sono strumenti complessi e comportano un alto rischio di perdere rapidamente il denaro a causa della leva. Il 79% che dei conti Pepperstone Limited di investitori al dettaglio registra perdite di denaro eseguendo il trading di CFD. Dovresti considerare il tuo livello di comprensione dei CFD e la tua possibilità di sostenere un alto rischio di perdere il tuo denaro. l’informativa completa sul rischio.

Live Support Centre

Risorse del cliente

Che cosa è un indicatore tecnico

Gli indicatori tecnici sono il risultato di calcoli matematici/algoritmi progettati da trader professionisti e sono basati sulle indicazioni di prezzo o di volume.

I valori ottenuti sono utilizzati per creare diversi modelli che possono essere inseriti in un grafico. Essi consentono ai trader di prevedere le probabili variazioni di prezzo e, quindi, i momenti migliori per aprire una posizione di acquisto o di vendita o per chiudere le posizioni aperte.

Vi sono molti indicatori tecnici. Tuttavia, questi sono i tipi più comuni:

Supporto e resistenza

  • Quando il mercato si muove in una data direzione, incontra un punto di svolta e inverte la tendenza, il punto massimo raggiunto prima di questa inversione è definito come livello di resistenza. Similmente, il punto minimo raggiunto dal mercato prima del punto di svolta si definisce come livello di supporto.
  • È importante notare che, se il mercato supera un livello di resistenza, questo può diventare un nuovo livello di supporto. Lo stesso ragionamento vale per la direzione opposta. I livelli di supporto e resistenza precedenti sono utilizzati anche come indicatori di futuri punti di svolta e, quindi, di possibili punti di entrata nel mercato.

Support and Resistance 

Medie mobili

  • Le medie mobili mostrano il prezzo medio all'interno di un dato periodo di tempo considerando i prezzi di chiusura in questo dato periodo di tempo. Il risultato è poi diviso per il numero di prezzi impiegati nel calcolo:
    Ad esempio: in una media mobile a 10 giorni, gli ultimi 10 prezzi di chiusura vengono sommati e poi divisi per 10
  • Vi sono quattro tipi di medie mobili: semplici, esponenziali, levigate e ponderate. Differiscono soltanto per i coefficienti di ponderazione assegnati all'ultimo dato.
  • Le medie mobili sono utilizzate per individuare le aree di supporto e resistenza, i punti di entrata nel mercato, per evidenziare la direzione di una tendenza e per livellare le fluttuazioni di prezzo e volume.
  • La direzione dell'indicatore mostra se attualmente sul mercato sia presente una tendenza al rialzo o al ribasso.
  • Con due o più medie mobili applicate in un grafico, più sono lontane l'una dall'altra, più evidente è l'indicazione della tendenza attuale.
  • Quando le medie mobili si intersecano, ciò conferma la variazione della tendenza. Si tratta soltanto di una conferma, poiché la variazione di questo indicatore si manifesta dopo quella del prezzo.

Moving Average 

Oscillatori

  • Gli oscillatori sono progettati per indicare una possibile variazione di tendenza di un particolare strumento di trading, mostrando se tale strumento sia in iperacquisto o in ipervendita, così consentendo ai trader di determinare quando si verificherà una variazione dell'attuale tendenza generale e, di conseguenza, identificare un punto di entrata nel mercato.
  • L'indicatore RSI è utilizzato per determinare lo stato del mercato – se sia in iperacquisto, ipervendita o stabile. Se lo RSI raggiunge la zona superiore [iperacquisto (segnale di vendita), > 70] e poi torna alla zona di mezzo, il prezzo si muoverà nella stessa direzione. Se lo RSI raggiunge la zona inferiore [ipervendita (segnale di acquisto), <30] e poi torna alla zona di mezzo, il prezzo si muoverà nella stessa direzione. In altre parole, i movimenti del prezzo e ldello RSI sono correlati.
  • L'oscillatore stocastico è utilizzato per definire la tendenza dei mercati. Se entrambe le linee raggiungono la zona superiore [al di sopra del segno dell'80% (segnale di vendita)] e poi l'indicatore alla zona di mezzo, il tasso si muoverà nella stessa direzione. Se entrambe le linee raggiungono la zona inferiore [al di sotto del segno del 20% (segnale di acquisto)] e poi l'indicatore torna alla zona di mezzo, il tasso si muoverà nella stessa direzione.

Oscillators 

Ritracciamenti

  • Normalmente, gli strumenti di trading ritracciano le operazioni di trading del giorno prima. Il ritracciamento più diffuso è l'indicatore di ritracciamento di Fibonacci, uno strumento grafico utilizzato per individuare i livelli di supporto e di resistenza di uno strumento.
  • I livelli di ritracciamento di Fibonacci sono creati tracciando una linea di tendenza tra due punti estremi e poi dividendo la distanza verticale secondo le percentuali precisate.
  • Il ritracciamento di Fibonacci può includere fino a 13 linee. Per individuare questi livelli di ritracciamento, devi identificare i minimi e i massimi intermedi recenti (variazioni estreme della direzione della tendenza).

Retracements