I CFD sono strumenti complessi e comportano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Il 75.5% dei conti degli investitori al dettaglio perdono denaro quando scambiano CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se hai capito come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre l'alto rischio di perdere il tuo denaro.

US Earnings Equities

Settimana del 22 aprile - Anteprima degli imminenti utili

Michael Brown
Senior Research Strategist
20 apr 2024
La settimana prossima segna il periodo più frenetico della prossima stagione dei risultati trimestrali, con circa il 40% delle società dell'S&P 500 per capitalizzazione di mercato pronte a fare rapporto. Alcuni dei report imminenti più notevoli (escludendo i 'Magnificent Seven') sono anticipati, numeri alla mano, in questa nota.

PepsiCo (PEP, 11am BST/6am ET, 23 Aprile):

PEP scambia leggermente al di sopra della linea di partenza su base annuale, avendo guadagnato circa il 2,5% al momento della scrittura, circa la metà del guadagno annuale realizzato dall'indice di riferimento S&P 500. Il titolo è il 29° per peso nell'indice, essendo anche il 13° più grande nel Nasdaq 100, con un peso del 1,75% in quest'ultimo. Le opzioni implicano una variazione di +/-2,4% nel titolo, all'interno di 1 deviazione standard di confidenza, nelle 24 ore successive alla pubblicazione dei risultati. I recenti report hanno costantemente sorpreso al rialzo le aspettative di EPS, con l'ultima sorpresa al ribasso risalente al Q4 18, anche se il report precedente, nel Q4 23, ha segnato la prima volta in sei report in cui il prezzo delle azioni è terminato in territorio negativo il giorno successivo alla pubblicazione dei risultati. Per il Q1 24, il consenso si attende un EPS diluito rettificato di $1,52, su ricavi trimestrali leggermente inferiori a $18,1 miliardi.

Preview

Visa (V, ore 21:05 BST/16:05 ET, 23 aprile):

La quotazione di Visa è +3,6% YTD, leggermente sotto la performance del S&P 500, con il titolo che ha subito un calo di circa il 7% dai massimi di metà marzo. In termini di pesi negli indici, V si posiziona come il 14° più grande nel S&P 500, con un peso di circa l'1%, mentre è anche membro del Dow Jones Industrial Average, con un peso del 4,7%, e risulta il 7° maggiore costituente dell'indice a ponderazione dei prezzi. I derivati prevedono una variazione del +/-3,25% nello stock, nel giorno successivo alla pubblicazione dei risultati trimestrali. Le performance recenti dopo i risultati trimestrali sono state piuttosto miste, con una divisione equa tra guadagni giornalieri e cali nelle 24 ore successive agli ultimi 8 report trimestrali, nonostante abbia superato le aspettative consensuali di EPS in ogni trimestre dal Q1 20. Questa volta, l'EPS diluito trimestrale rettificato è previsto a $2,44, su ricavi trimestrali di $8,62 miliardi.

Preview

Thermo Fisher Scientific (TMO, 11am BST/6am ET, 24 aprile):

TMO si trova +2.6% dall'inizio dell'anno, battendo di poco il guadagno YTD del +1.8% ottenuto dal settore sanitario dell'S&P 500. Nell'S&P 500 nel complesso, TMO si posiziona come il 34th componente più grande, con un peso leggermente superiore al 0.5%. I contratti di opzioni prevedono una variazione di +/-2.35% nello stock nel giorno successivo alla pubblicazione degli utili, con gli ultimi 2 rapporti trimestrali consecutivi che hanno visto un calo del 5% in un giorno dopo la pubblicazione dei dati, nonostante lo stock abbia superato le aspettative sull'EPS in entrambe le occasioni. Per il Q1 24, il consenso vede un EPS rettificato di $4.72, su ricavi di $10.18 miliardi.

Preview

IBM (IBM, 9:10pm BST/4:10pm ET, 24 Aprile):

IBM scambia poco più dell'11% in più YTD, superando sia il guadagno YTD del 4% nell'S&P 500, sia il guadagno del 3,1% registrato dal settore della Tecnologia dell'Informazione. In quanto a ponderazioni, l'azione ha un peso relativamente modesto dello 0,4% nell'S&P 500, anche se risulta essere la 13ma più grande nel Dow a ponderazione di prezzo, con circa un peso del 3,2% nell'indice. Le opzioni, con un grado di confidenza del 68,2%, prezzano una variazione di +/-5,4% nell'azione, nelle 24 ore successive alla pubblicazione dei risultati. Le performance post-risultati sono state solide, con gli ultimi 4 rapporti trimestrali consecutivi che hanno visto un rally nelle 24 ore successive alla pubblicazione, mentre l'EPS trimestrale ha sorpreso al rialzo rispetto alle aspettative degli analisti in ogni trimestre dal Q2 22. Per il Q1 24, il consenso vede un EPS diluito rettificato di $1,58, su ricavi di $14,56 miliardi.

Preview

Merck (MRK, ore 11:30 BST/6:30 ET, 25 aprile):

Il gigante farmaceutico Merck negozia circa il 15% in più YTD, posizionandosi come il 7mo miglior performer nel settore Healthcare nel 2024, avendo guadagnato più del triplo del 4% YTD avanzato dall'S&P 500. Nell'indice, MRK si posiziona come il 20mo titolo più grande, con un peso del 0,75%. Sulle entrate, le opzioni implicano una variazione di circa +/-3% nelle 24 ore successive alla pubblicazione dei dati. Mentre il titolo è salito nel giorno successivo agli ultimi due rapporti trimestrali di fila, le performance post-trimestrali precedenti sono sostanzialmente più miste, nonostante abbia costantemente superato le aspettative sugli EPS trimestrali dal Q3 21. Questo trimestre, il lato venditore vede gli EPS rettificati a $1,86, con entrate a $15,23 miliardi.

Preview

Intel (INTC, 9pm BST/4pm ET, 25 Aprile):

INTC ha avuto un periodo difficile nel 2024, scambiando circa il 32% in meno YTD, una performance che vede il titolo classificarsi come il 4° peggior performer nell'S&P 500 quest'anno, e come il peggior performer nel settore della tecnologia dell'informazione. Dal punto di vista del peso, INTC è il 53° più grande nell'S&P, con circa un peso dell'0,35%, essendo anche il 22° peso più grande nel Nasdaq 100, oltre ad essere un componente del Dow. Per quanto riguarda i guadagni, le opzioni prevedono una variazione di +/-6,7%. Intel ha sorpreso al rialzo le aspettative di EPS trimestrali per quattro trimestri di fila, con il titolo che ha registrato un rialzo nelle 24 ore successive alla pubblicazione dei guadagni in tre di quelle quattro occasioni. Per il Q1 24, il consenso prevede un EPS trimestrale di $0,13, su ricavi di $12,72 miliardi.

Preview

Chevron (CVX, 11:15am BST/6:15am ET, 26 Aprile):

CVX scambia intorno al 7% in più dall'inizio dell'anno, sotto le circa 14% guadagnate dal settore dell'Energia dell'S&P 500, anche se rappresenta comunque una performance superiore rispetto all'indice di riferimento. Nell'indice, Chevron si posiziona come il 23esimo più grande costituente, con un peso dell'0.65%, mentre l'azione fa parte anche del Dow Jones Industrial Average, con circa un peso del 2.75% nell'indice ponderato per il prezzo. I contratti delle opzioni implicano una variazione di +/-2.2% nell'azione nelle 24 ore successive alla pubblicazione dei risultati trimestrali. Mentre CVX ha battuto le aspettative di EPS nei tre dei quattro trimestri precedenti, il rendimento del prezzo a 1 giorno è stato equamente diviso tra guadagni e perdite nello stesso periodo. Nel Q1 24, si prevede un EPS trimestrale di $2.91, su $49.08 miliardi di ricavi trimestrali, secondo le stime del consenso.

Preview

Exxon Mobil (XOM, 11:30am BST/6:30am ET, 26 aprile):

Exxon Mobil è aumentato di circa il 20% YTD, superando notevolmente l'S&P 500, posizionandosi come il sesto miglior performer nel settore dell'Energia quest'anno. Dal punto di vista dei pesi, XOM è la dodicesima azione più grande nell'S&P, con un peso di circa l'1,1%. Nelle 24 ore successive alla pubblicazione dei risultati trimestrali, i derivati prevedono una variazione del +/-1,8% nel titolo, che ha segnato un calo giornaliero dopo gli ultimi tre rapporti trimestrali consecutivi, con l'EPS che ha sorpreso al ribasso in due di quelle occasioni. Questa volta, il consenso si aspetta un EPS trimestrale rettificato di $2,18 e ricavi trimestrali appena al di sotto di $79,9 miliardi.

Preview

AbbVie (ABBV, 12:35pm BST/7:35am ET, 26 Aprile):

Il gigante farmaceutico AbbVie si posiziona come il 22esimo maggiore titolo nell'S&P 500, con le azioni che hanno registrato un rialzo di poco più del 7% da inizio anno, superando sia il settore Healthcare che l'indice nel complesso. Sui risultati trimestrali, le opzioni implicano una variazione di +/-4%, con un grado di confidenza del 68,2%. Sebbene ABBV abbia superato le aspettative degli EPS trimestrali in tutti i trimestri tranne uno dal Q1 19, i recenti risultati sono stati accolti negativamente dal mercato, con il titolo che ha chiuso in ribasso nel giorno successivo a 5 degli ultimi 8 report trimestrali. Nel Q1 24, il consenso prevede un EPS rettificato di $2,22, su ricavi di $11,94 miliardi.

Preview

Nota - tutti i numeri in questo articolo sono corretti al 20 aprile 2024; le performance passate non sono un indicatore affidabile dei risultati futuri

Il materiale qui fornito non è stato preparato in conformità con i requisiti legali volti a promuovere l'indipendenza della ricerca sugli investimenti e pertanto è considerato una comunicazione di marketing. Anche se non è soggetto a divieti di trattativa prima della diffusione della ricerca sugli investimenti, non cercheremo di trarne vantaggio prima di fornirlo ai nostri clienti.

Pepperstone non dichiara che il materiale qui fornito sia accurato, attuale o completo e pertanto non dovrebbe essere considerato tale. Le informazioni, sia da terze parti o meno, non devono essere considerate come una raccomandazione, un'offerta di acquisto o vendita, la sollecitazione di un'offerta di acquisto o vendita di qualsiasi titolo, prodotto finanziario o strumento, o per partecipare a una particolare strategia di trading. Non tiene conto della situazione finanziaria o degli obiettivi di investimento dei lettori. Consigliamo a tutti i lettori di questo contenuto di cercare il proprio parere. Senza l'approvazione di Pepperstone, la riproduzione o la ridistribuzione di queste informazioni non è consentita.