I CFD sono strumenti complessi e comportano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Il 75.5% dei conti degli investitori al dettaglio perdono denaro quando scambiano CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se hai capito come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre l'alto rischio di perdere il tuo denaro.

Equity MarketsForexMarket Events

Il Playbook del trader: acquista la discesa o vendi la salita?

Chris Weston
Direttore della ricerca
21 apr 2024
Passiamo da una settimana in cui i mercati con forte inerzia (nomi dell'IA, NAS100, JPN225, peso messicano) sono stati venduti pesantemente, con i trader che sono stati migliori acquirenti del VIX, US30, oro, CHF, USD, e azioni difensive (utilità).

In modo significativo, il NAS100 ha registrato la sua peggiore settimana da novembre 2022, in parte a causa dei giocatori di mercato che hanno parzialmente liquidato una posizione estremamente ampliata in Nvidia, con 87 milioni di azioni scambiate solo il venerdì. Anche Tesla e Super Micro Computers hanno registrato forti cali durante la settimana, con Tesla che rimane al centro dell'attenzione con i risultati del Q124 attesi dopo il mercato di martedì - molti si chiedono se vedremo un quinto trimestre consecutivo in cui le azioni chiudono in ribasso il giorno della comunicazione dei risultati?

Le posizioni Long US30 / short NAS100 hanno funzionato bene e rimangono un gioco tattico che mi piace per la nuova settimana - anche se con così tanti pesi massimi della tecnologia che pubblicano i risultati (vedi la preview di Michael Browns) durante la settimana, i ribassisti del NAS100 osserveranno attentamente la reazione ai risultati e saranno pronti a reagire se il mercato gradisce ciò che vedono dalle rispettive prospettive.

Mentre il sentiment è diventato più negativo, non c'è assolutamente panico e vorrei vedere se gli acquirenti intervengono e supportano l'S&P500 leggermente più in basso verso 4935. Detto ciò, l'azione del prezzo e il setup tecnico suggeriscono di vendere i rally nell'US500 e nel NAS100 - e se uno è costretto a 'comprare gli scossoni', allora aspettare il rally dopo che i primi trader comprano lo scosso sembra il gioco con la probabilità più alta.

Le notizie geopolitiche rimangono fluide e sono state una delle principali ragioni per tenere lontani gli acquirenti di rischio - molti rimarranno concentrati su questi sviluppi mentre ci avviciniamo alla nuova settimana. Il flusso di notizie è stato certamente una delle principali ragioni per cui l'oro ha chiuso in rialzo per la quinta settimana consecutiva e a un nuovo massimo di chiusura di tutti i tempi venerdì, così come è stata la ragione per cui il CHF è stata la valuta protagonista della settimana.

Detto ciò, con il Brent crude che ha chiuso la settimana in ribasso del 3,1%, si potrebbe argomentare che è stato il rialzo dei rendimenti dei titoli di Stato USA - con il Treasury a 10 anni che supera il 4,6% - che è stato veramente il grande scossone che ha promosso la rotazione fuori dai nomi tecnologici / di intelligenza artificiale e supportato l'USD.

La posizione short GBPUSD e long USDMXN su qualsiasi ritracciamento rimane un trade convincente nel mio radar.

Preview

Osserva l'inflazione US PCE venerdì come il rischio principale sul fronte dei dati - per un playbook, potremmo vedere movimenti di mercato eccessivi su una stampa PCE core US superiore al 0,4% m/m (USD in rialzo, oro, NAS100 in ribasso) o inferiore al 0,25% m/m (USD in ribasso, NAS100 e oro più alti). Una lettura superiore al 0,4% m/m e l'idea di un taglio prima delle elezioni presidenziali degli Stati Uniti verrebbe ulteriormente ridimensionata.

Ci sarà un focus sulla riunione della BoJ, ma è troppo presto per loro per modificare la politica, e il mercato non dà alcuna possibilità di cambiare i tassi. Se avremo una variazione nello JPY, probabilmente arriverà da eventuali cambiamenti nelle previsioni di inflazione della banca e dalla conferenza post-riunione. Restiamo in attesa di interventi nello JPY, e segnali che stiamo avvicinandoci al punto in cui le autorità giapponesi cercano di intensificare la lotta contro la debolezza dello JPY.

I PMI sono attesi nel Regno Unito, nell'UE e negli Stati Uniti e potrebbero muovere i mercati, in particolare se l'esito del PMI dei servizi manca/superata le aspettative di molto. L'indice dei prezzi al consumo del primo trimestre in Australia rappresenta un rischio per le esposizioni AUD, anche se, con così poco prezzato nei futures sui tassi di interesse australiani, sarebbe necessario un grande sorpresa per avere un effetto duraturo sulle coppie AUD.

Preview

Il Bitcoin supera il tanto atteso halving e mentre prevedibilmente non abbiamo avuto alcuna reazione impulsiva nel prezzo, la situazione sui timeframe più alti sta iniziando a sembrare più convincente dal lato long. C'era un chiaro supporto dal mercato per acquistare durante il movimento al di sotto di $60k e questo è un livello su cui molti stanno ponendo stop sui long. Una rottura verso l'alto di $66k potrebbe essere il trigger per un spinta verso la parte alta del range di $72k.

Buona fortuna a tutti.

Eventi di rischio chiave per i trader da navigare:

Lunedì

  • Decisione tassi China 1 & 5 anni Loan Prime Rate (11:15 AEST / 14:15 BST) – Nessun cambiamento previsto con il tasso a 1 anno lasciato al 3,45% e il tasso a 5 anni al 3,95%.

Utili – SAP (Germania) – da tenere d'occhio per i clienti che operano sul GER40, con SAP che ha un peso del 10% sull'indice. 

Discorsi delle banche centrali – Parla Benjamin della BoE (19:05 AEST / 10:05 BST)

Martedì 

  • PMI manifatturiero e servizi EU HCOB (18:00 AEST / 09:00 BST) – PMI servizi previsto a 51,8 (da 51,5 nella lettura precedente) e manifatturiero a 46,5 (da 46,1) 
  • PMI manifatturiero e servizi S&P del Regno Unito (18:30 AEST / 09:30 BST) - Servizi a 53,0 (53,1) e manifatturiero a 50,4 (50,3)  
  • PMI manifatturiero e servizi globale S&P degli Stati Uniti (23:45 AEST / 14:45 BST) - Servizi a 52,0 (51,7) e manifatturiero a 52,0 (51,9)

Utili – Tesla (dopo la chiusura), Visa (dopo la chiusura)

Discorsi delle banche centrali – Haskel della BoE (18:00 AEST), Huw Pill della BoE (21:15 AEST), Nagel della BCE (22:30 AEST)

Mercoledì

  • CPI Q1 dell'Australia (11:30 AEST / 02:30 BST) – Il consenso degli economisti prevede un CPI headline al 0,8% QoQ / 3,5% YoY (4,1%), e il CPI trimmed mean previsto al 3,8% YoY (da 4,2%). Con i futures sui tassi di interesse australiani che prevedono solo un taglio dei tassi nel 2024, servirebbe un grande superamento/sottostima rispetto al consenso per guidare una significativa volatilità nell'AUD, con l'AUD più sensibile alle notizie geopolitiche e al sentimento di mercato generale. 
  • CPI bi-settimanale del Messico (22:00 AEST / 13:00 BST) – il consenso è che il CPI headline si attesti al 4,49% (4,37%) e il core CPI al 4,38% (4,41%)

Guadagni – Lloyds (Regno Unito), Boeing (prima dell'apertura), IBM (dopo la chiusura), Meta (dopo la chiusura)

Giovedì 

Giornata ANZAC – ASX200 chiusa. 

Utili – Barclays (Regno Unito), Caterpillar (prima dell'apertura), Alphabet (dopo la chiusura), Intel (dopo la chiusura), Microsoft (dopo la chiusura)

Discorsi delle banche centrali – Parla Schnabel della BCE (00:00 AEST e 17:00 AEST)

Venerdì

  • CPI di Tokyo (09:30 AEST / 00:30 BST) – il CPI headline è previsto al 2,5% (2,6%) e il core CPI al 2,2% (2,4%) – non dovrebbe essere un evento di volatilità per il JPY o il JPN225 
  • Bank of Japan riunione con previsioni aggiornate sul PIL e sull'inflazione (nessun orario prestabilito ma probabilmente tra le 12:00 e le 15:00 AEST / 03:00 e le 06:00 BST) – nessun cambiamento nella politica atteso, quindi l'attenzione cade sulle proiezioni sull'inflazione della banca e sulla conferenza telefonica post-riunione. 
  • Aspettative CPI 1- & 3 anni della BCE (18:00 AEST / 09:00 BST)
  • Inflazione di base PCE degli Stati Uniti (22:30 AEST / 13:30 BST) – si prevede un'inflazione PCE headline al 0,3% m/m e 2,6% a/a (da 2,5%) e PCE core al 0,3% m/m e 2,7% a/a (2,8%).

Utili – Exxon (Prima dell'apertura), Chevron 

Il materiale qui fornito non è stato preparato in conformità con i requisiti legali volti a promuovere l'indipendenza della ricerca sugli investimenti e pertanto è considerato una comunicazione di marketing. Anche se non è soggetto a divieti di trattativa prima della diffusione della ricerca sugli investimenti, non cercheremo di trarne vantaggio prima di fornirlo ai nostri clienti.

Pepperstone non dichiara che il materiale qui fornito sia accurato, attuale o completo e pertanto non dovrebbe essere considerato tale. Le informazioni, sia da terze parti o meno, non devono essere considerate come una raccomandazione, un'offerta di acquisto o vendita, la sollecitazione di un'offerta di acquisto o vendita di qualsiasi titolo, prodotto finanziario o strumento, o per partecipare a una particolare strategia di trading. Non tiene conto della situazione finanziaria o degli obiettivi di investimento dei lettori. Consigliamo a tutti i lettori di questo contenuto di cercare il proprio parere. Senza l'approvazione di Pepperstone, la riproduzione o la ridistribuzione di queste informazioni non è consentita.