I CFD sono strumenti complessi e comportano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Il 75.5% dei conti degli investitori al dettaglio perdono denaro quando scambiano CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se hai capito come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre l'alto rischio di perdere il tuo denaro.

Equities

Wall St: Non più solo una storia delle magnifiche sette

Michael Brown
Analista di mercato
7 feb 2024
La storia azionaria dell'anno scorso è stata senza dubbio la performance stellare delle "magnifiche sette", una manciata di titoli tecnologici a grande capitalizzazione che hanno regnato sovrani sulla stragrande maggioranza degli altri e che hanno guidato la maggior parte dei forti rendimenti del mercato più ampio. Con l'inizio del 2024, tuttavia, iniziano a emergere segnali che indicano che la dinamica di quest'anno potrebbe essere piuttosto diversa, sia perché le "magnifiche sette" mostrano fortune divergenti, sia perché l'ampiezza del mercato inizia a migliorare.

Dopo aver registrato un andamento sostanzialmente in linea per gran parte del 2023, la manciata di azioni in questione - Apple, Amazon, Alphabet, Meta, Microsoft, Nvidia e Tesla - ha registrato performance tutt'altro che uniformi dall'inizio dell'anno.

Preview

Mentre Nvidia continua a beneficiare della crescente frenesia per l'intelligenza artificiale e Meta ha registrato un'ottima performance, favorita dagli ottimi risultati del quarto trimestre e dall'annuncio del primo pagamento di dividendi della società, altri nomi di questo gruppo hanno avuto un andamento decisamente più ordinario.

Sia Alphabet che Apple non sono riuscite a sovraperformare l'S&P 500 su base annua, la prima a causa di ricavi pubblicitari del quarto trimestre nettamente inferiori alle attese e la seconda a causa di una serie di declassamenti da parte dei broker, a causa delle continue preoccupazioni per la domanda, in particolare in Cina. Il ritardatario principale, tuttavia, è Tesla, che ha registrato la peggiore performance dell'S&P 500, facendo trading con oltre il 25% di ribasso su base annua, a causa di una serie di problemi che vanno dal calo della domanda di veicoli elettrici alle preoccupazioni di lunga data sulla governance aziendale.

Molti, quindi, cominciano a chiedersi se le "magnifiche sette" non debbano essere ribattezzate "super sei", "favolose cinque", "fantastiche quattro", o qualsiasi altro appellativo moderatamente ridicolo che possa essere ragionevolmente utilizzato per un gruppo di titoli azionari in forte espansione - risposte su una cartolina, per favore!

A livello più serio, e mantenendo il gruppo a sette per ora, è degno di nota il fatto che i colossi del settore tecnologico non abbiano sovraperformato il mercato più ampio neanche lontanamente nella stessa misura in cui lo hanno fatto nel 2023.

Preview

Ciò indica un tema più ampio: il rally azionario registrato finora nel 2024 è stato molto più ampio di quello dell'anno scorso. Un semplice sguardo alla performance dei vari settori quest'anno lo dimostra bene.

Preview

Nel complesso, la ripartizione dei settori è in gran parte quella che ci si aspetterebbe nell'attuale contesto macro, in cui l'economia statunitense sembra destinata a non subire il tanto atteso "atterraggio morbido" e i responsabili delle politiche della Fed hanno assunto un tono relativamente restrittivo, allontanando l'idea di tagli nel 1° trimestre, innescando un riprezzamento della curva OIS in USD e un aumento dei rendimenti lungo la curva dei Treasury.

Naturalmente, i titoli finanziari dovrebbero trarre vantaggio da questo contesto, mentre ci si aspetterebbe un indebolimento del settore immobiliare e dei servizi di pubblica utilità, come è avvenuto. In ogni caso, è bello ricordare che, nonostante la forma recente, il mercato azionario statunitense non è solo tecnologico.

Ci sono altri segnali che indicano una dinamica diversa sotto la superficie del mercato e una migliore ampiezza complessiva. Sebbene esistano molti modi per misurare questo concetto, forse il più semplice per ogni indice è quello di guardare semplicemente alla percentuale di componenti che fanno trading al di sopra di una determinata media mobile; in questo caso ho utilizzato la MA a 200 giorni, semplicemente per la sua abilità nel misurare il momentum di lungo periodo.

Preview

Chiaramente, quanto sopra mostra che il rally è relativamente ampio, con oltre il 70% dei membri dell'S&P 500 che fanno trading al di sopra di tale media di lungo periodo. Altri indicatori raccontano una storia simile, tra cui l'advance-decline ratio e la percentuale di membri dell'indice che hanno registrato nuovi massimi storici, con circa il 10-15% dei membri dell'indice che hanno registrato nuovi massimi di 52 settimane su base giornaliera dalla metà del mese scorso.

Tuttavia, è possibile affermare che, sebbene tutti questi dati siano interessanti, per valutare la direzione del mercato è sufficiente guardare al prezzo. A questo proposito, sia l'S&P 500 che il Nasdaq 100 fanno trading su nuovi massimi storici, con il contratto anteriore dell'S&P che si trova ora a cavallo della soglia dei 5.000 per la prima volta nella storia. Come spesso affermato in queste colonne, ci sono pochi segnali più rialzisti di un mercato che stampa nuovi record.

Preview

Pepperstone non dichiara che il materiale qui fornito sia accurato, attuale o completo e quindi esso non dovrebbe essere considerato come tale. Le informazioni qui fornite, da parte di terzi o meno, non devono essere considerate come una raccomandazione, un'offerta di acquisto o vendita, la sollecitazione di un'offerta di acquisto o vendita di qualsiasi titolo, prodotto o strumento finanziario o la raccomandazione di partecipare a una particolare strategia di trading. Consigliamo a tutti i lettori di questi contenuti di informarsi in maniera indipendente. Senza l'approvazione di Pepperstone, la riproduzione o la ridistribuzione di queste informazioni non è consentita.