I CFD sono strumenti complessi e comportano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Il 75.5% dei conti degli investitori al dettaglio perdono denaro quando scambiano CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se hai capito come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre l'alto rischio di perdere il tuo denaro.

Equities

La corsa al rialzo del rischio continua mentre Nvidia supera le aspettative

Michael Brown
Senior Research Strategist
22 feb 2024
Il rapporto sugli utili più importante mai visto al mondo - almeno fino all'annuncio dei risultati successivo da parte di Nvidia - come alcuni lo definivano, ha visto il produttore di chip presentare una previsione sulle vendite ancora più sorprendente per il prossimo trimestre, oltre ai risultati eccezionali del quarto trimestre che hanno superato di gran lunga il consenso, dando nuovo slancio al rally di NVDA, e fornendo un sostegno per il rischio in generale.

Per approfondire questi risultati di NVDA in modo più dettagliato, sono stati, in una parola, sorprendenti - ancora una volta. Il fatturato del quarto trimestre ha raggiunto i 22,1 miliardi di dollari, circa 1,5 miliardi di dollari in più rispetto alla stima del consenso, con la linea di fatturato del data center chiave - il principale motore di vendita dell'azienda - che è aumentato del 409% anno su anno a 18,4 miliardi di dollari nello stesso periodo. L'EPS rettificato ha anche superato il consenso, raggiungendo i 5,16 dollari rispetto a un consenso di 4,60 dollari, prolungando la serie di sorprese positive consecutive per l'EPS trimestrale della società in un quinto rapporto consecutivo.

Il tutto è stato accompagnato da un'altra serie di previsioni solide per il trimestre successivo, con l'azienda che ora prevede un fatturato del primo trimestre di 24 miliardi di dollari, ben al di sopra delle aspettative di 21,9 miliardi di dollari. In poche parole, non c'era una sola macchia sul registro di un rapporto sugli utili eccezionale, quindi non è stato una sorpresa vedere il titolo salire fino al 10% in più nel dopo sessione, sebbene dopo qualche iniziale instabilità.

Preview

Lontano dalle cifre stesse, tuttavia, il rapporto e la successiva conferenza hanno prodotto diversi interessanti dettagli, la maggior parte con implicazioni più ampie che non sono solo una storia specifica delle azioni.

Il primo di questi è stata la conferma che la domanda "ha superato di gran lunga l'offerta" per i prodotti di prossima generazione di Nvidia. Ho sentito di persona da persone molto più vicine al settore di me di tempi di consegna di mesi per certi prodotti, che solo NVDA sembra in grado di fornire attualmente, causando naturalmente un aumento dei prezzi. A questo proposito, sembrerebbe, forse, che il fattore più importante dietro al successo continuo di NVDA non sia necessariamente solo ciò che la società stessa potrebbe fare in futuro in termini di innovazione, ma possa essere più legato a come, e se, la concorrenza sia in grado di recuperare sia in termini di abilità tecnologica, sia di livello di produzione, nel breve termine. Attualmente, con la domanda "in aumento in tutto il mondo" tra aziende, settori e nazioni, Nvidia e la loro quasi-monopolistica dominazione dello spazio dell'IA, stanno facendo il bucato mentre il sole splende.

Questa impennata della domanda mi porta a una linea importante di Jensen Huang, CEO di NVDA, che ha notato che il calcolo accelerato e l'IA generativa hanno ora "raggiunto il punto di svolta". Per fortuna, almeno per i rialzisti di NVDA, ciò si riferiva a un punto di svolta in cui le suddette tecnologie diventeranno sempre più 'mainstream'.

Se cercavi un tema macro dal rapporto Nvidia, eccolo qui - l'uso dell'IA in aumento, che contribuisce a migliorare ciò che è stato un lungo e paralizzante crollo globale della produttività, e forse anche a cambiare i percorsi della politica monetaria e fiscale nel lungo periodo come risultato. Mi permetto di avvisare, però, che tutto questo è molto lontano nel futuro, e non è qualcosa su cui diventare troppo eccitati proprio ora.

Preview

Tuttavia, nel qui e ora, il rapporto sbalorditivo di NVDA chiarisce ciò che era, probabilmente, il più grande rischio a breve termine che si prospettava per i mercati finanziari, e fornisce un enorme segnale verde per gli asset a rischio di continuare a seguire il percorso di minore resistenza verso l'alto.

Esclusivamente per il fatto che NVDA è il terzo più grande componente del S&P 500 e il quarto più grande del Nasdaq 100, entrambi gli indici hanno ripreso il cammino verso i massimi dell'anno in corso e di sempre da quando sono stati pubblicati gli utili.

Preview

Guardando avanti, sembrano probabili ulteriori nuovi massimi, in particolare con lo sfondo politico - come discusso di recente a lungo - destinato a rimanere favorevole con tagli ai tassi in arrivo dall'estate in poi, il restringimento quantitativo destinato a concludersi presto (di cui si discuterà al meeting della FOMC di marzo), e le banche centrali che hanno dimostrato innumerevoli volte di essere pronte, disponibili e in grado di intervenire con consistenti iniezioni mirate di liquidità quando necessario. In parole povere, la "rete di sicurezza" della banca centrale è attiva, flessibile e solida, ed è una forza potente con la quale sarebbe poco saggio combattere.

Per quanto riguarda i catalizzatori a breve termine, ce ne sono pochi da notare fino ai prossimi dati sul PCE degli Stati Uniti giovedì prossimo, anche se i mercati probabilmente hanno già scontato che arriveranno sul lato "caldo", dopo le sorprese al rialzo della scorsa settimana nei dati sull'IPC e sul PPI, e il successivo riesame rialzista delle aspettative di politica della Fed, con il primo taglio ora previsto a giugno.

Dopo il PCE, ci si concentra sui prossimi dati PMI sull'industria e i servizi ISM, rispettivamente il 1° e il 5 marzo, prima di rivolgere l'attenzione al rapporto sul mercato del lavoro di febbraio l'8 marzo. Quest'ultimo dato è, di gran lunga, il più importante del gruppo, con lo sfondo politico favorevole e il continuo forte slancio economico degli Stati Uniti entrambi probabilmente a mantenere gli asset azionari sostenuti e la domanda di ribassi significativa, per un certo periodo a venire.

Il materiale qui fornito non è stato preparato in conformità con i requisiti legali volti a promuovere l'indipendenza della ricerca sugli investimenti e pertanto è considerato una comunicazione di marketing. Anche se non è soggetto a divieti di trattativa prima della diffusione della ricerca sugli investimenti, non cercheremo di trarne vantaggio prima di fornirlo ai nostri clienti.

Pepperstone non dichiara che il materiale qui fornito sia accurato, attuale o completo e pertanto non dovrebbe essere considerato tale. Le informazioni, sia da terze parti o meno, non devono essere considerate come una raccomandazione, un'offerta di acquisto o vendita, la sollecitazione di un'offerta di acquisto o vendita di qualsiasi titolo, prodotto finanziario o strumento, o per partecipare a una particolare strategia di trading. Non tiene conto della situazione finanziaria o degli obiettivi di investimento dei lettori. Consigliamo a tutti i lettori di questo contenuto di cercare il proprio parere. Senza l'approvazione di Pepperstone, la riproduzione o la ridistribuzione di queste informazioni non è consentita.