I CFD sono strumenti complessi e comportano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Il 74.6% dei conti degli investitori al dettaglio perdono denaro quando scambiano CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se hai capito come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre l'alto rischio di perdere il tuo denaro.

GBP

Playbook per la decisione della BoE di settembre

Pepperstone
Market Analyst
13 set 2023
Il Comitato per la Politica Monetaria della Banca d'Inghilterra è pronto a effettuare un quindicesimo aumento consecutivo nella riunione di settembre, portando il tasso di interesse della Banca al 5,5%, un nuovo massimo dal 2008. Tuttavia, dato che l'economia perde slancio e l'inflazione continua a diminuire lentamente dal picco a doppia cifra, è sempre più probabile che tale mossa sia l'ultimo aumento del ciclo della "Vecchia Signora", con rischi al ribasso per la sterlina.

Come già notato, l'MPC è pronto per un altro aumento di 25 punti base nella riunione di settembre, una previsione a cui i mercati monetari attribuiscono una probabilità di circa l'80% (con il 20% di possibilità che non ci sia alcuna variazione).

Preview

Tuttavia, la decisione di aumentare i tassi è, ancora una volta, improbabile che sia unanime. Il membro esterno, noto per essere perennemente orientato alla prudenza, Dhingra, è probabile che dissenta a favore del mantenimento del tasso di sconto al suo attuale livello, avendo osservato in una recente audizione del TSC che la politica è già restrittiva e che ulteriori restrizioni costituiscono un "rischio serio" per la crescita economica.

Di conseguenza, il voto del MPC a favore di un aumento di 25 punti base sarà probabilmente 8-1 a favore, significativamente meno diviso rispetto a quanto avvenuto nella riunione di agosto, in cui, sebbene 8 membri abbiano votato a favore di un aumento, due avevano preferito una mossa più ampia di 50 punti base. Tale dissenso sembra improbabile questa volta, dato come i dati economici si sono indeboliti e tenendo conto dei crescenti rischi al ribasso che minacciano l'economia. Tuttavia, c'è una piccola possibilità che il membro più falco del MPC, Mann, opti nuovamente per una mossa più ampia.

Qualunque sia la divisione dei voti, un aumento è praticamente assicurato, anche se è sempre più probabile che sia l'ultimo del ciclo. I recenti commenti dei responsabili politici influenti della BoE si sono orientati verso una posizione più cauta: il governatore Bailey ha osservato che il Regno Unito è "vicino al picco del ciclo" sui tassi; l'economista capo Pill ha espresso la sua preferenza per un tasso terminale più basso, ma per passare più tempo a tale livello; mentre il vicegovernatore Broadbent ha ribadito anche questo approccio di "più alti per più tempo", facendo anche riferimento ai rischi a due vie che pesano sulla politica per il resto dell'anno. Di conseguenza, la valutazione di mercato che pone il tasso terminale appena al di sotto del 5,6% sembra ancora un po' eccessiva.

Preview

In ogni caso, le indicazioni ufficiali fornite come parte del comunicato aggiornato del MPC non dovrebbero essere significativamente diverse da quelle emesse il mese scorso. Pertanto, è probabile che la Banca ribadisca che la politica è ora considerata restrittiva e che ulteriori restrizioni potrebbero essere adottate se dovessero svilupparsi segnali di pressioni inflazionistiche continue. Nel complesso, ciò riflette in gran parte l'atteggiamento della maggior parte delle altre banche centrali dei paesi del G10, ossia un orientamento all'aumento dei tassi basato sui dati, mantenendo un'attenzione vigile sull'inflazione, ma mostrando riluttanza a impegnarsi preventivamente in ulteriori aumenti di tassi di fronte a un'accelerazione rapidamente indebolentesi dell'economia.

Mentre la decisione sui tassi sembra piuttosto semplice, non è l'unico argomento in discussione nella riunione di settembre. Questo mese segna anche la revisione annuale del programma di stringimento quantitativo del MPC, che finora è proceduto senza intoppi, con il bilancio che si sta riducendo a un ritmo di £80 miliardi all'anno di titoli di stato, tramite una combinazione di vendite dirette e l'arresto della reinvestizione dei titoli in scadenza.

Date le buone condizioni del QT finora e il desiderio del MPC di ridurre rapidamente le dimensioni del bilancio, presumibilmente per avere spazio per l'attenuazione della politica in futuro, è probabile un acceleramento del ritmo attuale. Una decisione di aumentare il ritmo a circa £100 miliardi all'anno non dovrebbe essere particolarmente sorprendente, né dovrebbe causare una reazione significativa nei titoli di stato; tuttavia, comporterà la continuazione delle perdite significative da parte della BoE sul proprio portafoglio di attività, dati l'aumento dei tassi verificatosi da quando tali titoli sono stati acquistati.

Preview

Per quanto riguarda le prospettive economiche, dovremo attendere la prossima decisione del MPC a novembre per la pubblicazione delle ultime previsioni economiche della BoE.

Tuttavia, è probabile che i commenti economici del Comitato assumano un tono più cauto, dato che le prospettive di crescita hanno continuato a deteriorarsi dalla pubblicazione del Monetary Policy Report di agosto, dato che la spesa per i consumi è rimasta debole durante l'estate, con il PMI dei servizi che si è unito all'indice manifatturiero al di sotto della soglia di 50 (che implica una contrazione) in agosto. I rischi per le prospettive di crescita probabilmente ora puntano al ribasso, anche se il MPC potrebbe aspettare fino a novembre per dichiararlo esplicitamente, data la ben documentata lentezza dell'economia cinese e l'imminente ondata di mutui ipotecari che comprimerà ulteriormente i consumatori britannici.

Preview

Sul fronte dell'inflazione, è importante notare che l'ultimo rapporto sull'IPC (agosto) sarà pubblicato il giorno prima dell'annuncio delle politiche della BoE e il giorno del voto dell'MPC. È probabile che ad agosto i prezzi principali siano aumentati rispetto al ritmo del 6,8% su base annua registrato a luglio, soprattutto a causa dell'aumento dei prezzi dei carburanti e dell'incremento dell'imposta sugli alcolici entrato in vigore all'inizio del mese.

L'MPC probabilmente guarderà a questi fattori una tantum, come ha affermato il governatore Bailey nella recente audizione del TSC, e la tendenza disinflazionistica più ampia è destinata a rimanere intatta per il resto dell'anno. Ciononostante, l'MPC dovrebbe giudicare ancora una volta che i rischi per le prospettive dell'inflazione restano inclinati verso l'alto, in particolare alla luce del fatto che l'inflazione di base rimane appiccicata appena al di sotto del 7% a/a e dopo due mesi di crescita record degli utili totali.

Preview

Questo ritmo di crescita degli utili, pari all'8,5% su base annua nei tre mesi fino a luglio, è in qualche modo ingannevole. Sia a giugno che a luglio, infatti, il dato è stato innalzato da numerosi fattori temporanei, in particolare i pagamenti una tantum per il costo della vita ai dipendenti della pubblica amministrazione e del servizio sanitario nazionale. Detto questo, le retribuzioni regolari nel settore privato continuano a crescere a un ritmo superiore all'8% su base annua, destando probabilmente qualche preoccupazione tra i responsabili politici.

Ciononostante, il mercato del lavoro sta chiaramente iniziando ad indebolirsi e si sta deteriorando più rapidamente di quanto indicato dall'MPC nelle sue ultime previsioni. Il tasso di disoccupazione è salito al 4,3% a luglio, il terzo aumento mensile consecutivo, raggiungendo un livello che, secondo le previsioni dell'MPC, non sarebbe stato raggiunto prima del terzo trimestre. Inoltre, il numero di posti vacanti è sceso sotto il milione per la prima volta in due anni, a dimostrazione della riluttanza delle imprese a impegnarsi in ulteriori assunzioni.

Preview

Ciò rafforza l'idea che i rischi per le prospettive economiche del Regno Unito siano orientati verso il basso, indicando di conseguenza una maggiore probabilità di un atteggiamento sempre più dovish da parte della "Vecchia Signora". In quest'ottica, i rischi per la sterlina appaiono orientati verso il basso, con una rottura al di sotto della media mobile a 200 giorni a 1,2430 che potrebbe aprire la porta a un ulteriore ribasso verso la soglia di 1,23; nel frattempo, 1,25 rappresenta una forte resistenza al rialzo.

Preview

Per quanto riguarda gli indici, il FTSE 100 rimane in gran parte un gioco di valute, continuando a dimostrare una forte correlazione inversa con la sterlina, come dimostra la sua recente resistenza relativa, nonostante una propensione al rischio più ampia.

Preview

Il rialzo è stato finora limitato dalla media mobile a 100 giorni, al di sopra della quale i rialzisti potrebbero puntare alla 200dma, poco più a nord di 7.600. Al ribasso, 7.450 è il supporto chiave, in quanto rappresenta sia il trend rialzista di agosto sia un supporto orizzontale di lunga data; al di sotto, c'è poco da fare fino al recente doppio fondo di 7.225.

Pepperstone non dichiara che il materiale qui fornito sia accurato, attuale o completo e quindi esso non dovrebbe essere considerato come tale. Le informazioni qui fornite, da parte di terzi o meno, non devono essere considerate come una raccomandazione, un'offerta di acquisto o vendita, la sollecitazione di un'offerta di acquisto o vendita di qualsiasi titolo, prodotto o strumento finanziario o la raccomandazione di partecipare a una particolare strategia di trading. Consigliamo a tutti i lettori di questi contenuti di informarsi in maniera indipendente. Senza l'approvazione di Pepperstone, la riproduzione o la ridistribuzione di queste informazioni non è consentita.